Come avviare un negozio di telefonia

Nella seconda metà degli anni ‘90 il mercato della telefonia sembrava destinato ad essere assorbito quasi totalmente dai circuiti della grande distribuzione organizzata. I grandi centri commerciali, infatti, si riteneva avrebbero potuto costituire un pericoloso concorrente per il titolare di un negozio di telefonia di dimensioni medio–piccole.
In effetti per qualche tempo forse così è stato. Tuttavia poi, l’offerta sempre più ampia e complessa di telefoni cellulari e degli altri prodotti telefonici, ha reso il cliente più “scettico”, in un certo senso quasi disinteressato allo sconto (che mai però disdegna, ovviamente) ponendolo invece sempre più alla ricerca di un servizio qualificato e professionale. Al cliente dunque oggi non basta più solo acquistare un telefono, vuole “capire” cosa sta comprando ed essere guidato con professionalità nell’acquisto, essere orientato nella scelta del modello più adatto alle proprie esigenze, consigliato sul tipo di tariffa più conveniente in base alle caratteristiche del proprio traffico telefonico e trovare un’assistenza qualificata anche nella fase post-vendita.

Come avviare un negozio di telefonia

Proprio la presenza di queste manifeste esigenze della clientela spiega l’attuale continuo successo dei negozi di telefonia e lascia aperti ancora molteplici spazi di mercato per chi ha intenzione di entrare oggi nel settore, a patto di operare con la professionalità e la competenza che il cliente ricerca e di scegliere la giusta localizzazione del negozio. Il boom della telefonia nel nostro Paese non conosce confini. Vendere telefoni cellulari, accessori e schede prepagate ma anche cordless, segreterie telefoniche, vivavoce per auto, si rivela dunque un'attività con buone potenzialità di successo e di guadagno. Esistono diversi motivi che rendono questa attività un business interessante, in grado anche di fornire un buon reddito. Tra i principali, gli investimenti di avvio attività piuttosto contenuti. Se il negozio è di piccole dimensioni, con una cifra abbastanza accessibile per chiunque prenda in considerazione l’ipotesi di mettersi in proprio, nell’ordine di qualche decina di migliaia di euro è già possibile coprire gli investimenti necessari per il primo approvvigionamento della merce, per ristrutturare e arredare il negozio e sbrigare gli adempimenti burocratici di avvio attività. Anche i costi di conduzione dell’attività possono essere contenuti. Se l’attività è esercitata su piccole dimensioni ed ben organizzata, può essere gestita da una sola persona aiutata da un collaboratore familiare o da un aiutante anche solo part-time. L’attività può essere esercitata all’interno di un locale di dimensioni contenute,  con conseguenti canoni di affitto moderati. La presenza di diverse catene di franchising nel settore può costituire un valido aiuto per l’apertura del negozio da parte di un aspirante imprenditore senza particolare esperienza. I franchisor infatti offrono di solito ai propri affiliati la progettazione degli spazi espositivi, l’arredo, la formazione professionale, la promozione del marchio, oltre a garantire assistenza diretta e continuativa ad attività avviata. Un buon appoggio dunque per chi è agli inizi, a patto di aderire ad una catena di franchising veramente seria.

 

VUOI AVVIARE UN NEGOZIO DI TELEFONIA TUTTO TUO?

Clicca qui per dar forza alle tue idee con il KIT Creaimpresa “Come avviare un negozio di telefonia ”

Comodamente a casa tua, Lavoro e Formazione in collaborazione con Creaimpresa, ti offre
tutto quello che ti serve per creare, subito e facilmente,il tuo negozio di telefonia di successo.

Cerca Lavoro



Cerca Corsi e Master



Cerca Franchising



Cerca B2B



Cerca Eventi



Cerca News