Cerchi lavoro? Cerchi un Corso o un Master? Vuoi metterti in proprio? Sei nel posto giusto, inizia subito la tua ricerca gratis

19 ottobre 2018 Elimina data

18 novembre 2018 Elimina data

Le professioni meglio retribuite per il 2014

Quattro professioni che nel 2014 andranno controtendenza, sia in termini di retribuzione che di opportunità di crescita professionale.  Saranno figure professionali sempre più specializzate, che avranno l’obiettivo di abbattere gli sprechi ed i costi di produzione senza però intaccare la competitività ed individuare settori tecnologici in cui investire il denaro.

L’osservatorio Michael Page, una delle più importanti società internazionali specializzata nella ricerca e selezione di personale qualificato, indica quali sono le professioni con le maggiori prospettive di crescita nel 2014. Non solo nel digitale, perché la tendenza è di cercare di stimolare le aziende ad aprirsi a nuovi mercati, anche geografici, sfruttando nuove tecnologie per abbattere i costi.

E-commerce manager: si occupa di gestire il canale di vendita online, mettendo a punto il catalogo per il raggiungimento di obiettivi di fatturato. Indispensabili conoscenza delle lingue, ottima preparazione sui meccanismi di marketing tradizionale e di Web marketing, l’E-commerce manager può arrivare ad una retribuzione lorda di 70.000 euro lordi all’anno.

Medical advisor: anche per questa professione la retribuzione media annua si aggira tra i 45 ed i 70 mila euro lordi all’anno. È un camice bianco all’interno dell’azienda, ovvero un laureato in medicina che in aziende farmaceutiche si occupa di coordinare i settori di ricerca clinica per lo sviluppo di nuovi prodotti. Tra le skill fondamentali le fortissime doti manageriali e la conoscenza dell’inglese.

Export area manager: le richieste per questa particolare figura professionale sono aumentate del 20% in pochi mesi, perché specializzata nel raggiungimento del budget di vendita attraverso la gestione della filiera di vendita in Paesi di propria competenza.

food and beverage manager

Food & beverage manager: figura generalista che si occupa nello specifico di coordinare l’area ristorazione e bar all’interno di imprese alberghiere, autonomamente rispetto all’organo che si occupa dell’area camere in senso stretto. Dalle risorse economiche alla gestione del personale, dal controllo del rispetto degli standard di qualità al controllo dell’igiene dei locali. Una figura chiave con competenze molto specifiche, che può arrivare a guadagnare compensi da capogiro: dai 45 ai 55 mila euro all’anno.

 

Left Menu Icon
Right Menu Icon