Come diventare massaggiatore sportivo e perché il massaggio sportivo è così richiesto?

11 luglio 2018

Oggi cercare il posto fisso rappresenta ormai una utopia e il consiglio che ci sentiamo di dare ai giovani e meno giovani che devono fare il loro ingresso nel mercato del lavoro è quello di seguire la loro passione , informandosi sulle possibilità concrete di realizzare i propri sogni e raggiungere il successo facendo ciò che piace davvero.

 

Quale corso di massaggio sportivo frequentare per diventare massaggiatore?

Uno dei desideri più comuni tra i giovani sportivi è diventare massaggiatore sportivo frequentando un corso di massaggio sportivo e specializzandosi così nelle tecniche più adatte per trattare gli atleti amatoriali e professionisti. La risposta a questo sogno è frequentare un corso di massaggio come quelli che organizza ogni weekend in tutta Italia la Scuola Professionale di Massaggio DIABASI®.

 

Scegliere di fare il massaggiatore sportivo è infatti un’ottima opportunità per trovare un nuovo lavoro o inserirsi nel settore del benessere anche perché chi frequenta i corsi di massaggio sportivo può facilmente convertirli nel Diploma Nazionale CSEN, come hanno fatto fino ad oggi le migliaia di allievi che hanno scelto la nostra scuola e può lavorare legalmente in tutti i centri sportivi nazionali d’Italia, ma anche in  palestre, centri benessere, hotel, villaggi turistici e molto altro ancora.

 

Cosa si apprende a un corso di massaggio sportivo riconosciuto CSEN

 

Fare il massaggiatore sportivo e frequentare un corso di massaggio sportivo significa assicurarsi il successo professionale ed è per questo che è uno dei corsi maggiormente richiesti da chi vuole diventare un professionista del massaggio, lavorare con le strutture del settore del benessere o aprire il proprio studio da massaggiatore.

 

Grazie ai corsi di massaggio sportivo l’allievo impara a trattare gli atleti amatoriali o professionisti, incrementandone le prestazioni e velocizzando i tempi di recupero dopo un infortunio.  In aula la persona studia l’anatomia del corpo umano, necessaria a praticare qualsiasi massaggio, e le singole manovre che si praticano nel corso di una seduta di massaggio sportivo.

 

Parlando del programma dei corsi di massaggio sportivo, quelli da noi organizzati permettono di acquisire le conoscenze necessarie per trattare con successo ogni atleta ed effettuare già al termine del corso le manovre imparate nel weekend. Non è tutto: docenti esperti insegnano all’allievo a personalizzare il massaggio sulla base dello sport praticato dalla persona che si rivolge al massaggiatore o sulla zona da trattare ovvero i muscoli più sollecitati dall’attività fisica e sportiva.

 

In tutte le squadre amatoriali e professionista oggi il massaggio sportivo fa parte della preparazione dell’atleta e il corso di massaggio vuole formare il massaggiatore insegnandogli le tecniche da utilizzare in ogni fase agonistica: massaggio pre-gara, massaggio infra-gara, massaggio post gara defaticante e decongestionante. Nel corso si apprendono anche le principali manovre di stretching, per una formazione il più completa possibile.

 

Chiunque frequenti con noi un corso di massaggio al termine del weekend di lezioni saprà utilizzare vari movimenti e manovre che hanno lo scopo finale di migliorare le prestazioni sportive dell’atleta, ma anche prevenire lesioni da sforzo eccessivo e ridurre i tempi di recupero dopo un infortunio muscolare.

 

Come si diventa massaggiatore sportivo?

 

Oggi chiunque può frequentare un corso di massaggio sportivo per specializzarsi nel trattamento degli atleti e i corsi permettono di ottenere l’attestato di frequenza per lavorare da subito in tutta Italia. Ricordiamo che i corsi di massaggio sportivo sono organizzati dalla nostra scuola in tutta Italia e si tengono nel weekend per permetterne la partecipazione anche a chi già lavora o ha altri impegni di studio durante la settimana.

 

Il massaggiatore sportivo professionista è colui che ha acquisito competenze approfondite sull’anatomia e la fisiologia ma anche sulle manovre che si effettuano in un massaggio pre, infra e post gara. Un valido programma per un corso di massaggio sportivo deve includere i seguenti approfondimenti: manualità del massaggio sportivo, postura, manovre complementari, analisi della funzione e delle tecniche dello stretching, variabili nel massaggio sportivo, tipologie di massaggio sportivo. Nei nostri corsi, oltre a questo, si approfondiscono il massaggio sportivo e lo stretching relativo alla Gamba, Coscia, Torace e rachide del collo ma anche avambraccio e spalla.

 

Perché il massaggio sportivo è così richiesto?

 

Fin dall’antichità gli atleti usano le tecniche del massaggio sportivo per preparare il corpo alla gara o agevolare il recupero e svolgere un’azione defaticante dopo lo sforzo intenso. Ad esempio in Cina e India il massaggio sportivo ha, accanto agli obiettivi pratici,  un valore filosofico e viene praticato per assicurare agli sportivi una buona energia psico-fisica. Nel mondo occidentale e contemporaneo, invece, il massaggiatore sportivo viene chiamato per risanare un affaticamento muscolare, drenare i liquidi e rilassare l’atleta ma anche per un’azione costante che serve a migliorare la prestazione sportiva.

 

Naturalmente la manualità del massaggio sono molto diverse se pensate per l’ allenamento o la fase pre-gara piuttosto che post –gara e solo il massaggiatore sportivo con esperienza sa quali movimenti compiere a seconda che debba sciogliere tensioni muscolari, drenare  o risolvere stati di stress.

 

Alla base del massaggio sportivo troviamo quindi le tecniche dello sfioramento, del frizionamento, della vibrazione, dello stretching e dell’impastamento che vengono utilizzate assieme o in parte per migliorare lo stato dei muscoli in vista di una gara o al suo termine.

 

Il massaggiatore sportivo viene chiamato ad agire in fase di allenamento, pre gara o post gara. Vediamo i dettagli.

 

Prima dell’evento agonistico l’atleta deve preparare i muscoli con massaggi periodici durante l’allenamento e con un’intensificazione prima della gara. Alo stesso modo al termine dello sforzo un buon massaggio sportivo aiuterà lo sviluppo muscolare e eliminerà la tensione accumulata e le tossine grazie all’effetto decontratturante e rilassante. Non mancano poi le azioni antinfiammatorie e analgesiche che stimolano la rigenerazione dei tessuti.

 

Corso di massaggio sportivo: il massaggio pre-gara

Ha lo scopo di ridurre e prevenire i traumi che possono nascere con l’attività agonistica e si effettua alcuni minuti prima della gara. Anche solo in 5 minuti si può infatti migliorare la condizione muscolare con manovre veloci come le lievi contrazioni che servono al riscaldamento muscolare.

 

 Corso di massaggio sportivo: il massaggio post-gara

 

Ha una funzione decongestionante e aiuta il muscolo a riprendersi dallo sforzo. Viene fatto alcuni minuti dopo la fine della gara e serve a drenare il sangue e le tossine in circolo convogliandole verso gli organi che le espellono. Dura almeno 20 minuti a seconda dell’affaticamento psico-fisico della persona e i movimenti sono lenti e con effetto sedativo e decontratturante per favorire il recupero e il rilassamento anche  al livello del sistema nervoso centrale.

Per approfondire l’argomento puoi visitare questa pagina

 

 

Share Button

Potrebbe interessarti anche


Lavoro e Formazione










Cerca Lavoro



Cerca Corsi e Master



Cerca Franchising



Cerca News



Cerca Eventi



Cerca B2B