HOME | CHI SIAMO | NEWSLETTER | PUBBLICITA' SU QUESTO SITO | PRESENTAZIONE FORMAZIONE | PRESENTAZIONE FRANCHISING | CONTATTI | Seguici su Facebook    Seguici su Twitter

Area Umanistica


  1. Lettere
  2. Filosofia
  3. Scienze geografiche
  4. Scienze storiche
  5. Scienze dell'educazione e della formazione
  6. Lingue e culture moderne
  7. Scienze della mediazione linguistica
  8. Scienze della comunicazione
  9. Scienze e tecnologie delle arti figurative, della musica, della moda e dello spettacolo
  10. Scienze dei beni culturali

 

 

Lettere

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Possedere una solida formazione di base, metodologica e storica, negli studi linguistici, filologici e letterari;
  • Possedere la conoscenza essenziale della cultura letteraria, linguistica, storica, geografica ed artistica dell’età antica, medievale e moderna, con conoscenza diretta di testi e documenti in originale;
  • Possedere la piena padronanza scritta e orale di almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiano;
  • Essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

I laureati della classe svolgeranno, anche mediante esperienze pratiche qualificate, conoscenze teoriche e metodologiche, attività professionali in enti pubblici e privati, nel campo del giornalismo e dell’editoria e nelle istituzioni che organizzano attività culturali o operano nel campo della conservazione e della fruizione dei beni culturali. Gli atenei organizzeranno, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento dei crediti richiesti per le “altre attività formative” e definiranno ulteriormente, per ogni corso di laurea, gli obiettivi formativi corrispondenti a specifici profili professionali.

Torna su

 

Filosofia

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Avere acquisito una solida conoscenza della storia del pensiero filosofico e scientifico dall’antichità ai nostri giorni e un’ampia informazione sul dibattito attuale in diversi ambiti della ricerca filosofica (teoretico, logico, epistemologico, linguistico, estetico, etico, religioso, politico);
  • Avere padronanza della terminologia e dei metodi riguardanti l’analisi dei problemi, le modalità argomentative e l’approccio dei testi (anche in lingua originale) e un adeguato avvio nell’uso degli strumenti bibliografici;
  • Avere acquisito competenze nelle problematiche dell’etica applicata (bioetica, etica degli affari, etica del lavoro, etica e politica, etica ed economia, etica e comunicazione);
  • Essere in grado di utilizzare, efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali;
  • Possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione.

I laureati della classe svolgeranno attività professionali in diversi settori, l’editoria tradizionale e multimediale, con particolare riferimento all’ambito umanistico, le scienze cognitive, la linguistica computazionale e i sistemi di intelligenza artificiale; inoltre potranno svolgere compiti nella pubblica amministrazione e in enti pubblici e privati (ufficio studi, direzione del personale, servizio stampa e pubbliche relazioni, marketing e pubblicità “creativa”, promozione culturale, etc.). Gli atenei organizzeranno, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento dei crediti richiesti per le “altre attività formative” e potranno definire ulteriormente, per ogni corso di studio, gli obiettivi formativi specifici, anche con riferimento ai corrispondenti profili professionali.

Torna su

 

Scienze geografiche

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Possedere una solida formazione di base e la padronanza specifica delle discipline geografiche, economiche e sociologiche, delle materie culturali e giuridiche;
  • Possedere gli strumenti teorici, tecnici e metodologici necessari per l'interpretazione e la rappresentazione e del territorio e dello spazio prodotto dalle attività umane e del rapporto tra queste e l’ambiente fisico;
  • Essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza;
  • Essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, per lo scambio di informazioni generali e possedere adeguate conoscenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione, nell'ambito specifico di competenza.

I laureati della classe svolgeranno attività professionali in enti pubblici e privati che utilizzino professionalità coerenti con la tipologia di competenze specifiche fornite dal corso di laurea, nonché nei settori della rappresentazione e dell’analisi del territorio, dell’identificazione e valorizzazione delle risorse dei connessi fenomeni economici e politici.

Torna su

 

Scienze storiche

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Acquisire una formazione di base finalizzata all'indagine storica mediante l'apprendimento delle principali metodologie specifiche e delle nozioni fondamentali delle discipline e delle tecniche ausiliarie;
  • Apprendere le linee generali della storia dell'umanità e acquisito familiarità con linguaggi e stili storiografici, con l'uso delle fonti documentarie e orali e della tradizione storiografica, con i profili diacronici delle relazioni di genere e con conoscenza diretta di alcune fonti in originale;
  • Essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua moderna dell’Unione Europea, oltre all’italiano.

I laureati della classe svolgeranno attività professionali in enti pubblici e privati nei settori dei servizi culturali, del recupero di attività, tradizioni e identità locali, e degli istituti di cultura di tipo specifico; inoltre saranno in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza. Gli atenei organizzeranno, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento dei crediti richiesti per le “altre attività formative” e potranno definire ulteriormente, per ogni corso di studio, gli obiettivi formativi specifici, anche con riferimento ai corrispondenti profili professionali.

Torna su

 

Scienze dell’educazione e della formazione

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Aver acquisito conoscenze teoriche e competenze operative nel settore dell'educazione e della formazione, caratteristicamente integrate da ambiti differenziati di conoscenze e competenze nelle scienze della natura e dell'uomo ma sempre in relazione a una prevalenza della formazione generale, relativa alla conoscenza teorica, epistemologica e metodologica delle problematiche educative nelle loro diverse dimensioni, compresa quella di genere;
  • Essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione europea, oltre l'italiano;
  • Aver acquisito adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione.

I laureati nella classe svolgeranno attività di educatore professionale, educatore di comunità e nei servizi sociali; animatore socio-educativo; operatore nei servizi culturali, nelle strutture educative, in altre attività territoriali, connesse anche al terzo settore; potranno altresì operare come formatore, istruttore o tutor nelle imprese, nei servizi, nelle pubbliche amministrazioni; come educatori infantili potranno operare nelle strutture prescolastiche, scolastiche ed extrascolastiche, nei servizi all'infanzia e in altre attività che richiedano una specifica qualificazione rispetto alla educazione infantile.

Torna su

 

Lingue e culture moderne

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Possedere una solida formazione di base in linguistica teorica e in lingua e letteratura italiana;
  • Possedere la completa padronanza scritta e orale di almeno due lingue straniere (di cui una dell’Unione Europea, oltre l’italiano), nonché del patrimonio culturale delle civiltà di cui sono espressione e una discreta competenza scritta e orale in una terza lingua;
  • Essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

I laureati della classe svolgeranno attività professionali nei settori dei servizi culturali, del giornalismo, dell’editoria e nelle istituzioni culturali, in imprese e attività commerciali, nelle rappresentanze diplomatiche e consolari, nel turismo culturale e nell’intermediazione tra le culture dell’Europa e fra queste e quelle dell’America, dell’Asia, dell’Africa nonché nella formazione degli operatori allo sviluppo in contesti multietnici e multiculturali.

Torna su

 

Scienze della mediazione linguistica

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Possedere una solida base culturale e linguistica in almeno due lingue, oltre l’italiano, e nelle relative culture;
  • Possedere sicure competenze linguistico-tecniche orali e scritte;
  • Possedere un'adeguata preparazione generale in campo economico-giuridico, storico-politico, socio-antropologico e letterario;
  • Essere in grado di utilizzare gli strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione;
  • Possedere adeguate conoscenze delle problematiche di specifici ambiti di lavoro (istituzioni pubbliche, imprese produttive, culturali, turistiche, ambientali, ecc.) in relazione alla vocazione del territorio e alle sue possibili evoluzioni, con riferimento anche alle dinamiche interetniche e interculturali;
  • Essere capaci di operare con autonomia organizzativa e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.

I laureati della classe svolgeranno attività professionali nel campo: dei rapporti internazionali, a livello interpersonale e di impresa; della ricerca documentale; della redazione, in lingua, di testi quali rapporti, verbali, corrispondenza; di ogni altra attività di assistenza linguistica.

Torna su

 

Scienze della comunicazione

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Possedere competenze di base e abilità specifiche nei settori dei mezzi di comunicazione ed essere in grado di svolgere compiti professionali nei diversi apparati delle industrie culturali (editoria, cinema, teatro, radio, televisione, nuovi media) e nel settore dei consumi;
  • Possedere le competenze relative alle nuove tecnologie della comunicazione  e dell’informazione, nonché le abilità necessarie allo svolgimento di attività di comunicazione e relazioni pubbliche di aziende private, della pubblica amministrazione e dei beni culturali;
  • Possedere specifiche conoscenze relative alle politiche operative della comunicazione e dell'informazione, anche sotto il profilo istituzionale, in relazione ai cambiamenti in una pluralità di settori sia interni, sia internazionali;
  • Possedere le abilità necessarie per attività redazionali e funzioni giornalistiche, anche nel settore dell’audiovisivo;
  • Essere in grado di utilizzare, in forma scritta e orale, due lingue straniere (di cui almeno una dell’Unione Europea) nell’ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali, nonché acquisire le abilità e le conoscenze per l'uso efficace della lingua italiana;
  • Possedere le abilità di base necessarie alla produzione di testi per l’industria culturale (sceneggiature, soggetti, story-board per la pubblicità, video, audiovisivi).

I laureati della classe svolgeranno attività professionali nelle organizzazioni pubbliche e private, nazionali e internazionali, in qualità di addetti stampa, comunicatori pubblici, esperti di gestione di aziende editoriali, esperti multimediali, esperti di istruzione a distanza, pubblicitari, etc.

Torna su

 

Scienze e tecnologie delle arti figurative, della musica, della moda e dello spettacolo

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Possedere un’adeguata formazione di base relativamente ai settori delle arti, del cinema, della musica, del teatro e del costume;
  • Possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e dei contesti delle manifestazioni specifiche;
  • Possedere un sicuro uso degli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza;
  • Essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali;
  • Possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione;
  • Essere capaci di lavorare in gruppo, di operare con definiti gradi di autonomia e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.

I laureati della classe svolgeranno attività professionali in diversi ambiti, quali l’animazione e l’industria culturale, le televisioni e i mass-media, il costume e la moda, dall’ideazione del prodotto alla sua realizzazione. Gli atenei organizzeranno, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento dei crediti richiesti per le “altre attività formative” e potranno definire ulteriormente, per ogni corso di studio, gli obiettivi formativi specifici, anche con riferimento ai corrispondenti profili professionali.

Torna su

 

Scienze dei beni culturali

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • Possedere una buona formazione di base e un adeguato spettro di conoscenze e di competenze nei vari settori dei beni culturali (patrimonio archeologico; archivistico e librario; teatrale, musicale e cinematografico; storico-artistico; demoetnoantropologico; del paesaggio e dell’ambiente);
  • Possedere adeguate competenze relativamente alla legislazione e all’amministrazione nel settore dei beni culturali;
  • Possedere la padronanza scritta e orale di almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre all’italiano;
  • Essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici di gestione dei dati e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

I laureati della classe svolgeranno attività professionali presso enti locali ed istituzioni specifiche, quali, ad esempio, sovrintendenze, musei, biblioteche, archivi, cineteche, parchi naturali e orti botanici, ecc., nonché presso aziende ed organizzazioni professionali operanti nel settore della tutela e della fruizione dei beni culturali e del recupero ambientale. Gli atenei organizzeranno, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento dei crediti richiesti per le “altre attività formative” e potranno definire ulteriormente, per ogni corso di studio, gli obiettivi formativi specifici, anche con riferimento ai corrispondenti profili professionali.

Torna su

 

 

 

 

 

 

* www.miur.it/userfiles


Aggiungi alla lista
ICT Academy - Master
3,5 mesi in aula + 3 mesi in azienda: corsi ufficiali, 5 certificazioni, orientamento professionale e presentazioni aziendali.
ICT Academy - Master
3,5 mesi in aula + 3 mesi in azienda: corsi ufficiali, 5 certificazioni, orientamento professionale e presentazioni aziendali.
ICT Academy - Master
3,5 mesi in aula + 3 mesi in azienda: corsi ufficiali, 5 certificazioni, orientamento professionale e presentazioni aziendali.
ICT Academy - Master
3,5 mesi in aula + 3 mesi in azienda: corsi ufficiali, 5 certificazioni, orientamento professionale e presentazioni aziendali.
ICT Academy - Master
Master MODULARE: scegli quali moduli seguire e paghi solo quello che segui. Docenti: Avvocati e Tecnici con esperienza Comunitaria.
ICT Academy - Master
Master inserimento professionale: Borsa di studio di € 2.500 per i migliori candidati + Stage retribuito di tre mesi.
ICT Academy - Formazione professionale
Corso Cisco Academy (Netspace): sconti per frequenza web conference. Servizio placement/orientamento per allievi!
ICT Academy - Formazione professionale
Corso ufficiale, di qualifica doppia per Auditor/Lead Auditor ufficiale. Sconto del 10%
ICT Academy - Formazione professionale
Corso di aggiornamento ufficiale, di qualifica per Auditor/Lead Auditor (attestato ufficiale). Pre-iscrizioni: sconto del 10%.
ICT Academy - Formazione professionale
Corso ufficiale, di qualifica per Auditor e Lead Auditor con attestato ufficiale. per preiscrizioni, sconto del 10%.
ICT Academy - Formazione professionale
Il corso include laboratori/esercitazioni (piattaforma ufficiale Cisco Netspace). Sconti per: pre-iscrizioni e frequenza in streaming!
ICT Academy - Formazione professionale
Corso ufficiale, di qualifica per Auditor e Lead Auditor con attestato ufficiale e aggiornato. Pre-iscrizioni: sconto del 10%.
ICT Academy - Formazione professionale
Corso ufficiale, di qualifica per Auditor e Lead Auditor con attestato ufficiale e aggiornato all\'ultima versione. Pre-iscrizioni: sconto del 10%.
ICT Academy - Formazione professionale
Approvato da LPI Italia, corso + esame di certificazione Linux Essentials online: prezzo in promozione!
ICT Academy - Formazione professionale
Nuova modalità: Studiate da Soli ma con un tutor online! Insieme preparate un piano di studio (e risparmiate sul prezzo!)
ICT Academy - Formazione professionale
Corso ufficiale: prepara alla certificazione (voucher finale). Sconti per pre-iscrizioni e frequenza in web-conference.
ICT Academy - Corsi di alta formazione
Percorso per Sistemisti Virtualizzazione: ufficiale, di certificazione. Accesso a coaching e orientamento professionale gratuito!



Pagina 1 di 133
Vai alla pagina